Inaugurata la prima giornata di RomicsXXI

Si è aperto oggi, giovedì 6 aprile, Romics, il festival del fumetto, animazione cinema e games. Ad inaugurare la prima giornata è stata Valeria Fedeli, Ministra dell’Istruzione, Università e Ricerca che ha premiato i ragazzi delle scuole vincitrici del concorso I Linguaggi dell’immaginario. Importanti gli argomenti trattati dalle opere vincitrici: dal bullismo all’antisemitismo alle differenze di genere, per un concorso che ha coinvolto più di 100 scuole di ogni ordine e grado.

 

Molto interesse ha suscitato l’incontro con la scrittrice fantasy Moony Witcher che ha incantato la platea dei ragazzi parlando delle storie e dei personaggi protagonisti del ciclo “La bambina della sesta luna”.

 

Tra gli incontri più attesi quello con la scrittrice fantasy Cecilia Randall, che ha presentato il nuovo capitolo della saga Hyperversum: Ultimate, pubblicato da Giunti.

 

Lucia Valente, Assessore Lavoro, Pari Opportunità e Personale della Regione Lazio e Rita Petruccioli di Lazio Creativo hanno presentato il catalogo Un fumetto contro la violenza sulle donne.

 

Numerosi i laboratori che si sono succeduti nei diversi padiglioni condotti dalle scuole di fumetto: da “Che cos'è il Fumetto” a “Come e dove nascono i personaggi di successo” a cura di Schoolcomix a L'insegnamento delle tecniche attraverso il gioco, l'animazione e la partecipazione attiva a cura della Scuola Romana dei Fumetti. Tunuè ha proposto un laboratorio “Le due metà della Luna Conosciamo il personaggio e la sua storia” con Francesca Carità e Marco Rocchi.

 

Inaugurate oggi le importanti mostre che, come ogni edizione, Romics offre al suo pubblico: “I 75 anni di Wonder Woman” un’interessante panoramica sulla fantastica eroina e “Omaggio a Carlo Rambaldi” il creatore di amatissimi personaggi come E.T e King Kong, e “Robotown Gundam Edition” in onore della presenza di Yoshuki Tomino, papà di Gundam con i mitici modellini Gunpla.